Il decreto interministeriale (MISE e MEF) del 23.09.2014 ha introdotto una misura agevolativa specifica per le PMI che prevede un contributo economico per gli investimenti volti alla digitalizzazione delle imprese. La misura è divenuta operativa a seguito del decreto attuativo del 24.10.2017.

Il contributo consiste in un voucher pari al 50% delle spese sostenute e fino ad un massimo (di contributo) di Euro 10.000.

Le spese agevolabili comprendono gli acquisti di software, di hardware e di servizi specialistici volti a:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Le spese devono essere sostenute successivamente alla prenotazione del voucher e completate entro i 6 mesi successivi. I pagamenti devono essere tracciati (sepa credit transfer) e riportanti la causale di “bene acquistato ai sensi del decreto 23.09.2014”. Sarà onere dell’azienda richiedente conservare idonea documentazione giustificativa delle spese e consentire una chiara tracciatura contabile delle medesime. I beni acquistati dovranno essere conservati dall’azienda per un periodo di almeno 3 anni.

La prenotazione del voucher sarà possibile esclusivamente in via telematica nel sito http://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/voucher-digitalizzazione a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Per l’accesso è richiesto il possesso di una smart card e di una PEC attiva (eventualmente il nostro studio può essere delegato per gestire la presentazione della domanda).

Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata.

Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili (8,5 milioni per il Veneto), il Ministero procede al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria. Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Per l’assegnazione del voucher l’impresa dovrà rendicontare, entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese, i titoli di spesa assieme alla richiesta di erogazione.

Dopo aver effettuato le verifiche istruttorie previste, il Ministero determina con proprio provvedimento l’importo del Voucher da erogare in relazione ai titoli di spesa risultati ammissibili.

Maggiori dettagli e il modello di domanda del voucher sono disponibili al seguente link


Post scritto da:
dott. Alessandro Pegoraro
Dottore commercialista e revisore legale.

 

 


 

Condividi questo articolo su: