Scarica la versione PDF di questo articolo

 

Fondi SIMEST: dal 3 giugno riaprono le domande (parte 2)

Completiamo con il presente post la disamina delle misure di incentivo legate ai finanziamenti SACE/SIMEST, che saranno nuovamente a disposizione delle imprese italiane a partire dal 3 giugno 2021.

Con l’apertura delle nuove domande viene:

  • riconfermato l’importo massimo finanziabile pari ad euro 800.000 (importo che comunque non può andare oltre il 40% del PN dell’impresa risultante dall’ultimo bilancio approvato e depositato) rispettando i limiti previsti dal regime di Temporary Framework;
  • riconfermata la possibilità di ottenere il finanziamento ad un tasso agevolato, pari al 10% del tasso di riferimento UE (ad oggi pari allo 0,55%);
  • riconfermata la possibilità fino a dicembre 2021 di chiedere una quota del finanziamento a fondo perduto, nel limite delle effettive disponibilità dei fondi;
  • riconfermata la possibilità di ottenere il finanziamento con esonero di presentazione di garanzie (ma solo per le domande presentate dal 03 giugno al 30 giugno 2021).

I sette finanziamenti per l’internazionalizzazione SIMEST attualmente in vigore sono:

  1. Patrimonializzazione
  2. Partecipazione fiere e mostre
  3. Inserimento mercati esteri
  4. Temporary Export Manager (TEM)
  5. E-commerce
  6. Studi di fattibilità
  7. Programmi di assistenza tecnica

Nel presente post illustriamo le ultime 4 misure previste.

TEMPORARY EXPORT MANAGER

Parliamo di un finanziamento a tasso agevolato, a regime “De Minimis” per l’inserimento temporaneo in azienda di figure professionali specializzate (TEM), finalizzato alla realizzazione di progetti di internazionalizzazione attraverso la sottoscrizione di un apposito contratto di prestazioni consulenziali erogate esclusivamente da società di Servizi (società di capitali anche di diritto straniero). A titolo esemplificativo e non esaustivo, possono essere considerati TEM anche i Temporary Digital Marketing Manager, i Temporary Innovation Manager, ecc., qualora i loro servizi siano finalizzati a sviluppare processi di internazionalizzazione. Ogni domanda si invia può riguardare massimo tre paesi esteri.

Le spese finanziabili sono relative alle prestazioni di figure professionali specializzate (temporary export manager), risultanti da un apposito Contratto di Servizio (tali spese devono essere almeno pari al 60% del finanziamento concesso), nonché altre spese accessorie strettamente connesse alla realizzazione del progetto elaborato con l’assistenza del TEM. Le spese finanziabili possono essere sostenute dalla data di presentazione della domanda, fino a 24 mesi dopo il perfezionamento del contratto. Il finanziamento copre fino al 100% delle spese (con richiesta a fondo perduto pari al 50%) con il limite massimo di 150.000,00 euro e il limite minimo di 25.000,00 euro. L’importo del finanziamento non potrà superare il 15% dei ricavi medi della tua impresa risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. In caso di pluralità di finanziamenti l’esposizione dell’ impresa verso il Fondo 394/81 non potrà essere superiore al 50% dei ricavi medi degli ultimi due bilanci. Per questo finanziamento la durata, calcolata a partire dalla data di stipula del contratto, è di 4 anni, di cui 2 di preammortamento, in cui si corrispondono i soli interessi e 2 di ammortamento per il rimborso del capitale e degli interessi.

E-COMMERCE

È un finanziamento a tasso agevolato, a regime “De Minimis” per sostenere lo sviluppo di soluzioni di e-commerce in paesi esteri, attraverso una piattaforma informatica sviluppata in proprio o tramite soggetti terzi (market place), per la distribuzione di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano. Le spese finanziabili sono relative alla creazione e sviluppo di una propria piattaforma informatica, spese relative alla gestione/funzionamento della propria piattaforma informatica/market place, spese relative alle attività promozionali ed alla formazione connesse allo sviluppo del programma. Le spese finanziabili possono essere sostenute dalla data di presentazione della domanda, fino a 12 mesi dopo il perfezionamento del contratto. Si dovrà fornire una relazione sull’attività svolta nell’ambito del programma e sui risultati conseguiti. La documentazione di spesa dovrà essere conservata fino al completo rimborso del finanziamento. Il termine ultimo per effettuare l’erogazione è di 17 mesi dalla stipula del contratto. Il finanziamento copre fino al 100% delle spese con il limite massimo di 450.000,00 euro per la realizzazione di una piattaforma propria e di 300.000,00 euro per l’utilizzo di un market place fornito da soggetti terzi e il limite minimo di 25.000,00 euro in entrambi i casi. L’importo del finanziamento non potrà superare il 15% dei ricavi medi della tua impresa risultanti dagli ultimi due bilanci depositati. In caso di pluralità di finanziamenti l’esposizione della tua impresa verso il Fondo 394/81 non potrà essere superiore al 50% dei ricavi medi degli ultimi due bilanci. Per questo finanziamento la durata, calcolata a partire dalla data di stipula del contratto, è di 4 anni, di cui 1 di preammortamento, in cui si corrispondono i soli interessi e 3 di ammortamento per il rimborso del capitale e degli interessi.

STUDI DI FATTIBILITÀ

Finanziamento a tasso agevolato a regime “De Minimis” per la verifica preventiva da parte della tua impresa della fattibilità di un investimento commerciale o produttivo. Ogni domanda che invii può riguardare un solo Paese e un’unica iniziativa del tuo stesso settore di attività o di quello del tuo Gruppo di appartenenza. Le spese finanziabili riguardano i viaggi, i soggiorni e le indennità di trasferta del tuo personale interno adibito allo studio, nonché i compensi, i viaggi e soggiorni per il personale esterno che puoi incaricare con apposito contratto di collaborazione. Inoltre, si finanzia anche una quota della retribuzione del personale interno per un importo massimo pari al 15% del totale delle spese ammesse e rendicontate. Il finanziamento copre il 100% delle spese con il limite max. di 350.000,00 euro per studi finalizzati a un investimento produttivo e di 200.000,00 euro per studi finalizzati a un investimento commerciale, con richiesta al momento dell’inserimento della domanda sul portale dell’intervento a fondo perduto pari al 50% dello stesso (nel limite della normativa del Temporary framework). L’importo del finanziamento agevolato non potrà superare il 15% dei ricavi medi della tua impresa risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. In caso di pluralità di finanziamenti l’esposizione dell’impresa verso il Fondo 394/81 non potrà essere superiore al 50% dei ricavi medi degli ultimi due bilanci. Per questo finanziamento la durata, calcolata a partire dalla data di stipula del contratto, è di 4 anni, di cui 1 di preammortamento, in cui si corrispondono i soli interessi e 3 di ammortamento per il rimborso del capitale e degli interessi.

PROGRAMMI DI ASSISTENZA TECNICA

Finanziamento agevolato che prevede due tipologie di interventi: “assistenza tecnica per la formazione”: indica la formazione tecnica del personale in loco successivamente alla realizzazione di un investimento, avviato dall’impresa da non più di 12 mesi dalla data di presentazione della domanda; “assistenza tecnica post vendita”: indica le iniziative relative all’assistenza post-vendita che devono essere previste nel contratto di fornitura collegato a tali iniziative. Ogni domanda che si invia può riguardare un solo Paese e un’unica iniziativa. Le spese finanziabili per programmi di assistenza tecnica per la formazione riguardano: le retribuzioni del personale interno per il tempo dedicato al programma di assistenza tecnica, i viaggi, i soggiorni e le indennità di trasferta del tuo personale interno adibito all’iniziativa, nonché i compensi, i viaggi e soggiorni per il personale esterno che puoi incaricare con apposito contratto. Per i programmi di assistenza tecnica post vendita è finanziabile un importo pari al 5% del valore della fornitura relativa ai beni strumentali e/o accessori esportati, come risultante dal relativo contratto. Per beni strumentali e/accessori si intendono: beni strumentali ad utilità continuativa ad uso industriale/produttivo, quali attrezzature, macchinari e impianti, nonché beni accessori ad essi collegati. Le spese finanziabili possono essere sostenute dalla data di presentazione della domanda, fino a 12 mesi dopo il perfezionamento del contratto. Il finanziamento copre il 100% delle spese con il limite max. di 300.000,00 euro per l’assistenza tecnica destinata alla formazione e max di 100.000,00 euro per l’assistenza tecnica post vendita. L’importo del finanziamento non potrà superare il 15% dei ricavi medi della tua impresa risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. In caso di pluralità di finanziamenti l’esposizione della tua impresa verso il Fondo 394/81 non potrà essere superiore al 50% dei ricavi medi degli ultimi due bilanci. Per questo finanziamento la durata, calcolata a partire dalla data di stipula del contratto, è di 4 anni, di cui 1 di preammortamento, in cui si corrispondono i soli interessi e 3 di ammortamento per il rimborso del capitale e degli interessi.

Per maggiori informazioni e supporto per la presentazione delle domande si prega di contattare lo studio:

www.sistemassociati.it, info@sistemassociati.it


Post scritto da:
Dott.ssa Francesca Zoppello

Dottore commercialista e revisore legale

Condividi questo articolo su: